I migliori Zaini da Trekking ed Escursionismo – Zaino Trekking

Shares

Questa guida è stata scritta per tutte quelle persone che praticano l’escursionismo. Se non conosci quest’attività, che viene anche chiamata con il termine trekking, sappi che per cimentarti dovrai essere un vero amante della natura e soprattutto dovrai mettere alla prova la tua resistenza. Che tu stia per fare una traversata in montagna o un giro tra i boschi per osservare qualche specie animale o vegetale, avrai bisogno di uno dei tanti zaini da trekking o zaini da escursionismo disponibili sul mercato.

Uno zaino da trekking è studiato e strutturato per permetterti di fare lunghi tragitti portandoti dietro il pesante carico senza timore di appesantire la schiena, con il massimo comfort e libertà nei movimenti. Quindi se hai deciso di addentrarti in questo adrenalinico sport la prima cosa da fare sarà acquistare uno degli zaini da trekking (o zaini da escursionismo) più adatto a te e al tuo stile di camminata.

Zaino Migliori Zaini da Trekking

I requisiti che solo i migliori zaini da trekking possiedono

Ma quali caratteristiche devono avere i migliori zaini da trekking? Come fare per scegliere uno zaino da escursionismo adatto per la tua prossima camminata? Vediamo le caratteristiche fondamentali di questo tipo di zaini.

Per prima cosa un buon zaino da trekking deve avere delle tasche richiudibili laterali, possibilmente a scomparsa, così da non sbilanciare il peso dello zaino ai lati, in questo modo avrai tutti gli oggetti indispensabili sempre a portata di mano come ad esempio la bussola, a facile disposizione, o la mappa del percorso.

Altra chicca che solo i migliori zaini da trekking possiedono, è la divisione in due scomparti dello zaino con delle pratiche zip, in modo da tenere in basso gli indumenti e gli oggetti per il pernottamento, quale sacco a pelo e cuscino da viaggio, mentre sopra tutti quegli oggetti che possono essere utili durante i tuoi tragitti giornalieri, quali la brocca dell’acqua, la macchina fotografica e le vivande.

Evita di acquistare uno zaino con troppi fronzoli all’esterno e poco funzionale, dal momento che potrebbe risultare di intralcio durante le tue avventure. I materiali dello zaino dovranno essere leggeri e resistenti, assicurati di leggere nelle caratteristiche tutti i materiali utilizzati per il telaio (i migliori sono in alluminio), le imbottiture e le cerniere.

Come scegliere il miglior zaino da trekking

Gli zaini trekking di nuova generazione si caratterizzano per via degli schienali rinforzati e fatti con materiali traspiranti. Inoltre, è possibile scegliere quello più adatto sulla base dei tuoi percorsi. Esistono, infatti, zaini da trekking giornalieri strutturati in maniera semplice con un singolo pezzo che faranno arieggiare la zona fra la schiena e lo zaino, mentre quelli per escursioni di più di un giorno sono strutturati meglio dal punto di vista di comfort e praticità, riuscendo a non far ristagnare il sudore nel retro della schiena.

La forma dello zaino per il trekking è anch’esso un elemento importante, se nelle tue escursioni fossi abituato a passare in stretti passaggi la soluzione migliore per te sarebbe sicuramente uno zaino pratico e sottile, tanto da non uscire dal profilo del tuo corpo, in modo da evitare di farti cadere o di farlo incastrare inutilmente. Altro accessorio indispensabile per chi pratica questo sport, e vuole evitare il mal di schiena, è la cintura da agganciare in vita, che farà cedere gran parte del peso del carico al bacino.

Le bretelle dello zaino trekking dovranno essere imbottite e dovrai regolarle bene seguendo le linee del tuo corpo. Infine come ultimo accessorio che non può mai mancare, assicurati che lo zaino trekking che intendi acquistare abbia un telo impermeabile incorporato ed estraibile dal fondo dello stesso. Quando vuoi partire super preparato alle possibili intemperie nei trekking lunghi, assicurati di tenere all’asciutto tutto il tuo occorrente.

Non dimenticare, inoltre, di portare per te degli indumenti impermeabili così da non essere mai colto di sorpresa da un brutto temporale. Un accessorio di tendenza che promette di accorciare i tempi delle pause è quello del Camelbak che altro non è che una borraccia incorporata allo zaino, con attaccata la cannuccia personale per dissetarti; in questo modo ogni volta che farai una sosta eviterai di aprire il tuo zainetto.

Ecco alcuni dei migliori Camelbak che puoi acquistare per la tua prossima escursione!

Al momento dell’acquisto osserva attentamente anche l’altezza dello schienale, questo determinerà molto il posizionamento corretto dello zaino alla schiena. Ricordati che uno zaino da trekking deve essere cucito addosso come se fosse un vestito, quindi analizza sempre cosa è meglio a seconda delle tue caratteristiche anatomiche come peso, altezza e corporatura.


Quali fattori determinano la scelta del volume degli zaini da trekking

Non è che un altro modo per definire la capienza dello zaino. Partono da capienze basse ovvero da 10/15 litri fino ad arrivare agli oltre 100 litri. A seconda della tua escursione uno zaino diverso può essere sfruttato meglio rispetto ad un altro.

Quindi se l’escursione è di mezza giornata anche 30 litri o giù di lì andranno bene, per una escursione giornaliera si varia dai 30 ai 50 litri, infine per trekking di più giorni ti suggerisco di acquistare uno zaino dalla capienza di 70 litri, in modo da poterti portare dietro tutto lo stretto necessario, come ad esempio la tenda per il pernottamento e tutte le vivande necessarie.

Inoltre, potrebbe essere una buona idea acquistare uno zaino da trekking per tipologia, così da essere sempre pronto a una nuova avventura, evitando di sovraccaricare ogni volta la tua povera schiena. Per le escursioni dai facili percorsi, da fare in quelle tipiche giornate domenicali, è consigliato avere uno zaino piccolo leggero e senza troppi fronzoli all’esterno in grado di farti portare gli oggetti indispensabili.

Per le escursioni scialpinistiche invece, i migliori zaini da trekking da utilizzare sono quelli da minimo 30 litri per una giornata, mentre per più giorni anche 50 o 60 litri (se non pernotterai nei rifugi), piccolo e maneggevole, facile sia da indossare che da togliere subito. Hanno dei pratici fissaggi utilizzati per posizionare gli sci dietro lo zaino in diagonale.

Se preferisci invece qualcosa di più resistente e flessibile uno zaino freeride sarà adatto alle tue esigente, pratico e strutturato con particolari tessuti, aderirà perfettamente al corpo, proteggendo la colonna anche quando si cade bruscamente.

Quali sono i migliori zaini da trekking?

Se cercherai online troverai tantissime delle migliori marche per zaini da trekking. Qui di seguito ti lascio una lista dei migliori zaini da trekking che puoi acquistare direttamente su Amazon a prezzi scontati.

SALEWA Miage 35 Bp Zaino, Nero Magnete Grigio, Taglia Unica
6 Recensioni
SALEWA Miage 35 Bp Zaino, Nero Magnete Grigio, Taglia Unica
  • Tasca interna portavalori
  • Supporto per piccozza e bastoncini
  • Uscita per il sistema di idratazione
Ferrino Finisterre Zaino Escursionismo, Nero, 48 l
39 Recensioni
Ferrino Finisterre Zaino Escursionismo, Nero, 48 l
  • Volume: 48 litri; Peso: 1.550 kg; Colore: nero
  • Materiale: tessuto in fibra di poliestere ad alta resistenza, con un ottimo equilibrio tra peso e robustezza
  • Con D.N.S. (Dry Net System): un sistema di ventilazione ottimale della schiena
Shares

Lascia un commento